Chi siamo

L'AeCI

L'Aero Club d'Italia ( AeCI) è un ente di diritto pubblico, con sede legale in Roma,sottoposto alla vigilanza del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, del Ministero della Difesa, del Ministero dell'Economia e delle Finanze, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero dell'Interno. L'Aero Club d'Italia, in quanto esercita attività sportiva, è per gli sport aeronautici l'unica Federazione del Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI), ai sensi dell'art. 27 del D.P.R. 28 marzo 1986, n.157, nonché del decreto legislativo 23 luglio 1999, n. 242. La qualifica di federazione non può, pertanto, essere assunta da alcun altro ente aeronautico. L'Aero Club d'Italia è l'unico Ente nazionale che rappresenta l'Italia presso la Federazione Aeronautica Internazionale (F.A.I.) e, di conseguenza, è l'unico rappresentante di tale Federazione nel territorio dello Stato.

L'AeCI, senza alcun fine di lucro, ha il compito di promuovere e divulgare il volo in tutte le sue forme, quali volo a motore, volo a vela, volo da diporto o sportivo a motore e libero, paracadutismo, aeromodellismo e pallone aerostatico.

Storia

Nel marzo del 1904 nacque a Milano la Società Aeronautica Italiana (S.A.I.) con l'obbiettivo di propagandare e di muovere l’interesse degli Italiani verso l'attività di volo.
L’anno seguente, a Parigi, il 12 ottobre 1905, fu costituita  la Federazione Aeronautica Internazionale (F.A.I.), che riuniva un consorzio di 7 Paesi, quali Italia, Belgio, Francia, Germania, Spagna, Svizzera e USA con l'intento di "Catalogare metodicamente le migliori performance raggiunte, in modo che siano note a tutti, per identificare le loro caratteristiche distintive così da permetterne il confronto..."

Lo scenario aeronautico, in quel periodo, era in grande fermento ed evolveva rapidamente attraverso la costituzione di nuove associazioni.

Nel 1909, infatti, nascono a Torino la Società Aviazione Torino (S.A.T.), a Napoli il Circolo Aeronautico Napoletano e, nelle vicinanze di Padova (a Bovolenta) venne inaugurato il primo aerodromo civile italiano.

La data ufficiale della nascita dell’Aero Club d’Italia, venne decisa per il 22 novembre 1911, la cui presidenza fu assunta dal principe Ludovico Potenziani, affiancato da un Consiglio costitutivo da delegati dei Ministeri della Guerra e della Marina e da rappresentanti delle varie associazioni preesistenti alla costituzione del nuovo Ente.

L’Aero Club d’Italia unificò così l’esercizio del potere sportivo aeronautico nazionale divenendo conseguentemente il rappresentante ufficiale dell’Italia in ambito F.A.I.. Inoltre si fece immediatamente promotore di diverse iniziative per la propaganda del volo e contribuì alla costituzione del Corpo di Volontari Aerostieri ed Aviatori di supporto alla difesa del paese.

L'AeCI fu eretto ad Ente Morale con regio decreto il 23 luglio 1926, n. 1452.

PRESIDENTI

 

DIRETTORI GENERALI

1911-1912
Ludovico Spada Veralli Potenziani

1911-1912
Luigi Mina
1913
Carlo Montù

1948-1954
Eugenio Gandolfi

Principe Pietro Lanza Della Rovere

1955-1964
Giuseppe Maceratini

Duca Marcello Diaz Della Vittoria

1965-1973
Giuseppe Donno

On.Le Carlo Montù

1974-1975
Gustavo Garretto

Principe Ludovico Spada Potenziani

1975-1978
Giovanni De Siati

Dott. Arturo Mercanti

1978-1983
Giulio Rosica

Gen. Federico Zapelloni

1983-1985
Rodolfo Baldesi

Gen. Aurelio Liotta

1985-1989
Mario De Paolis

Gen. Piero Oppizzi

1989-1993
Franco Romagnoli

Gen. Amedeo Mecozzi

1993-2002
Vittorio Zardo

Gen. Ermenegildo Laghi

2002-2003
Vincenzo Basile

Gen. Ettore Lodi

2003-2006
Franco Romagnoli

On.Le Luigi Gasparotto

2007-2010
Fabio Del Meglio
1948-1964
Ing. Manillo Zerbinati

2011-2012
Carlo Landi
1964
Ing. Igino Guagnellini

2013
Giulio Cacciatore
1964-1970
Cav. Lav. Dott. Franco Palma



1970-1974
On.Le Dott. Ing. Vittore Catella



1974-1978
Dott. Raffaello Teti



1978-1986
Avv. Guido Baracca



1986-2002
Avv. Mario Testa



2002
On.Le Arch. Giuseppe Leoni