L’Aero Club d’Italia partecipa al progetto Flymals nel programma Life Integrated 2019

Pubblicato il 24/09/2019

Il 2 settembre 2019, l’Università Politecnica delle Marche, insieme all’Aero Club d’Italia, ha sottoposto alla comunità europea la proposta per un progetto dedicato allo studio delle interferenze fra le attività di volo e le specie animali protette. Il progetto, denominato FLYMALS, è identificato nel programma LIFE INTEGRATED 2019; il responsabile scientifico del progetto è il Prof. Renato Ricci, del dipartimento di Ingegneria Industriale e Scienze Matematiche (DIISM) dell’ Università Politecnica delle Marche. Al  progetto hanno aderito le seguenti istituzioni:

Università Politecnica delle Marche; Aero Club d’Italia (AeCI); SVIM s.r.l. (Regione Marche); Regione Abruzzo; Regione Puglia; Provincia di Foggia; Parco Naturale Regionale Sirente Velino; Ente Parco Nazionale del Gargano; Parco Nazionale della Majella; Università degli studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara; Università degli studi della Tuscia; Università degli studi di Ferrara; Università di Foggia; Università degli studi di Perugia;Università degli studi di Milano.

L’importo complessivo del progetto è stimato in 7.150.000 €,  per una durata di 6 anni. Qualora finanziato, il progetto darà la possibilità, agli Aero Club federati che si renderanno disponibili, di partecipare alle attività mediante voli programmati, con i propri mezzi, grazie alla copertura economica garantita dal progetto. L’Aero Club d’Italia potrà proporsi come  interlocutore istituzionale per la condivisione di buone pratiche in campo ambientale/aeronautico offrendo così una funzione di raccordo fra i diversi soggetti coinvolti.  Entro la fine dell’anno si saprà se questa prima fase progettuale verrà approvata o meno, in caso positivo entro marzo 2020 dovrà essere presentata la versione definitiva del progetto.