Lettera aperta del Commissario straordinario

Pubblicato il 24/02/2018

Carissimi Amici,

mi sono insediato nelle funzioni di Commissario straordinario dal 14 febbraio scorso, a meno di ventiquattro ore dalla notifica del provvedimento di commissariamento e dalla relativa nomina; ma sto già, con assoluta priorità e senza sosta, lavorando all’unisono con gli Uffici dell’Aero Club d’Italia e con le STS per superare la situazione di paralisi dell’attività sportiva, limitando i relativi disagi.

Ho già disposto che siano richieste alle STS le proposte per le Entry Form, per le nomine dei responsabili tecnici e per ogni altro adempimento relativo alla partecipazione delle nostre rappresentative alle competizioni internazionali.

E ho immediatamente scritto ai competenti Ministeri per procedere a quanto necessario (chiarimenti sulle competenze, Regolamenti Tecnici 2018 e non solo) per salvaguardare il più possibile il Calendario Sportivo Nazionale adottato.

In tal senso, ho richiesto alle STS di limitare le proposte di modifica dei Regolamenti Tecnici del 2017 per il 2018 ai soli emendamenti strettamente necessari per l’adeguamento alle normative FAI o alle altre normative nazionali e internazionali di riferimento.

Più in generale, in questa primissima fase di avvio in via d’urgenza dell’attività sportiva, ho chiesto a tutti di ridurre al minimo ogni intervento o cambiamento rispetto al 2017, con il precipuo scopo di ripartire nei tempi più brevi possibili, rinviando, a una consultazione pubblica che aprirò subito dopo, tutti gli ulteriori miglioramenti che dovessero emergere come opportuni e desiderabili per il movimento.

Non appena giungeranno le auspicate risposte dagli Enti di riferimento e le citate proposte procederò senza indugio, acquisendo ogni altro atto necessario e adottando i provvedimenti conseguenti.

Permettetemi, però, sin d’ora di ringraziare quanti negli STS, negli Uffici dell’Ente, nel CONI, nei Ministeri hanno sin da subito dimostrato una sensibilità sportiva e uno spirito di collaborazione ammirevoli e confortanti.

So che tutti voi, atleti, tecnici, dirigenti e organizzatori state contribuendo per questo risultato.

Spero sinceramente che quest’impegno corale possa tradursi negli esiti che tutti auspichiamo e in particolare nella tutela dell’attività sportiva e della passione che tutti voi riponete nelle discipline che afferiscono all’AeCI.

Per quanto mi riguarda, non posso che assicurarvi che dedicherò a questa funzione, cui assolvo per esclusivo spirito di servizio, tutte le mie energie e la mia passione sportiva.

Saluti sportivi.

                                                                            

                                                                                   Pierluigi Matera               

                                                                       Commissario straordinario AeCI