Paracadutismo. 17ª FAI World Cup, l'Italia sul podio

Pubblicato il 26/05/2019

Si è conclusa il 25 maggio a Cordoba (Argentina) la 17ª  FAI World Cup di Precisione in Atterraggio. L’Italia ancora una volta sul podio! La squadra composta da Francesco Gullotti, Giuseppe Tresoldi (Esercito), Marco Pizziconi (Carabinieri), Paolo Filippini e Vittorio Guarinelli (Scuola Nazionale), ha conquistato una importante medaglia di bronzo, dietro a Cina e Repubblica Ceca, rispettivamente prima e seconda. Affrontare la competizione internazionale più importante dell’anno, proprio ad inizio stagione, con lo stato di forma non al massimo è stato un grande handicap. Considerando le condizioni meteo italiane  non proprio favorevoli dei mesi scorsi, unitamente ad una situazione economico-sportiva non rosea, si può  considerare questo risultato senz’altro ottimo. Molto positiva la competizione di Marco Pizziconi (Carabinieri) che si è qualificato per la finale individuale e chiude in nona posizione. Valorosa  la prestazione  di Daniela D’Angelo (Esercito), che al termine delle 10 manches, ha mancato la medaglia solamente per alcuni centimetri, tuttavia anche alla luce dell’importante risultato dello scorso anno nella World Cup Series, conferma di essere entrata stabilmente nell’elite mondiale della specialità. Non semplice il compito del selezionatore Paolo Bevilacqua, che ha dovuto risolvere varie  difficoltà, un lavoro il suo, delicato e a volte ingrato, ma portato egregiamente a compimento  come sempre.