Riunione della Commissione permanente AeCI-ENAC

Pubblicato il 23/10/2018



Nella mattinata di oggi, 23 ottobre 2018, presso la sede dell’Aero Club d’Italia, si è riunita la Commissione permanente AeCI-ENAC. I lavori sono stati aperti dal Direttore Generale dell’ENAC Dott. Alessio Quaranta congiuntamente al Commissario straordinario dell’Aero Club d’Italia Prof. Pierluigi Matera. Il Dott. Quaranta, di concerto con il Prof. Matera, ha ufficializzato la decisione dell’ENAC di rideterminare l’importo al 10% dei canoni demaniali relativi al triennio 2014-2016, stralciando ogni rimanente residuo, facendo seguito ai principi della giurisprudenza di merito e alle interlocuzioni con l’AeCI.

L’importante decisione libererà da contenziosi con ENAC molti Aero Club, dando la possibilità di poter rinnovare le concessioni in scadenza, rendendo disponibili risorse per il movimento, anche attraverso il finanziamento con l’Istituto per il Credito Sportivo.

Erano presenti, il Direttore Generale dell’AeCI Gen. D.A. Giuseppe D’Accolti, Il Vice Direttore Generale dell’ENAC Ing. Alessandro Cardi, il Sig. Roberto Gianaroli delegato della Commissione AeCI-ENAC, i delegati della Commissione Criteri dell’AeCI Avv. Stefano Arcifa Vicepresidente vicario, il Sig. Giorgio Porta Vicepresidente, il Sig. Luigi Fracasso Componente.

Successivamente  alla definizione del calendario delle riunioni, il Prof. Matera ha posto l’accento sul rinnovato spirito di collaborazione tra l’AeCI e l’ENAC che condurrà i due Enti a trovare soluzioni sinergiche sui vari temi d’interesse comune.

Il Dott. Quaranta, in merito alle nuove disposizioni europee, in particolare quelle riguardanti l’aumento dei pesi per gli apparecchi ultraleggeri, ha esplicitato la volontà di affrontare la questione in collaborazione con l’AeCI.

L’Ing. Cardi ha informato i presenti che per il 6 dicembre 2018, l’ENAC ha predisposto una tavola rotonda per affrontare alcune tematiche riguardanti l’Aviazione Generale. L’ing. Cardi ha chiesto alla Commissione AeCI-ENAC di portare all’attenzione alcuni temi di particolare interesse per l’Ente.

Si è, inoltre, convenuto di istituire un gruppo tecnico di lavoro a supporto di questa commissione, al fine di elaborare proposte di intervento sul DPR 133/2010, nonché su altre tematiche di tipo tecnico di interesse reciproco.

I lavori della Commissione che istituzionalizza la collaborazione tra i due Enti, porteranno una maggiore efficienza per la trattazione delle materie di comune interesse.