Aeromodellismo, World Cup e Campionato italiano F1E

Pubblicato il 01/06/2022

Sabato 29 e domenica 30 maggio si sono disputate due prove di World-Cup della categoria aeromodelli F1E, valevoli anche quali terza e quarta prova di Campionato italiano.

Nella splendida cornice dell'altopiano dei Lessini, a cavallo tra le province di Verona e Trento, si sono dati appuntamento più di 40 concorrenti provenienti da tutta Europa, per disputare il "memorial Guido Vettorazzo", prova dedicata alla memoria di un grande aeromodellista e grande pilota. Domenica la 12ª edizione della prova "Volare Lessini". 

La prova di sabato, ha avuto un valore particolare, poiché ricordava Guido Vettorazzo, per molti anni presidente del Gruppo Aeromodellisti di Rovereto che tra le altre cose, ha "inventato" la categoria del volo libero in pendio in Italia, organizzando le prime vere competizioni già prima della guerra, per poi ufficializzarle nel 1949 presso Folgaria (TN) fino a farle divenire la "Europa Coupe" nel 1963, poi trasformata nel Campionato Europeo che tutt'ora si disputa.

Il tempo non è stato clemente, ma la gara ha avuto il suo svolgimento e ha visto prevalere nettamente sia sabato che domenica, la boema Marta Visoka, che su questo pendio aveva già vinto e che riporta in Repubblica Ceca il trofeo.

Dietro di lei, sabato il francese Hugo Desloges-Bazille e domenica il rumeno Marian Popescu. Tra gli italiani vince il vicentino Eligio Baù che sabato supera in spareggio la roveretana Mara Straffelini e domenica si piazza  davanti al goriziano Franco Brumat.


     Il caposquadra italiano Antonio Borchia, con la giovane junior Elisa Vanzo


    La roveretana Mara Straffelini, col modello prima del lancio


     Marta Visoka, la dominatrice del week-end in un momento della gara